Vuelta, Ilaria Sanguineti quarta e vincitrice della maglia della classifica a punti. Gloria Scarsi domina la gara open di Racconigi

Ora è davvero tornata. Dopo anni difficili e un inizio di stagione poco convincente rapportato alle sue potenzialità, Ilaria Sanguineti ritrova la sua giusta dimensione conquistante un fantastico quarto posto alla Vuelta nell’ultima tappa vinta da una campionessa come Giorgia Bronzini, brava a regolare in volata il gruppo ristretto che è arrivato nella finish-line di Madrid.

“Davanti c’erano grandi nomi come Bronzini, Brand e Van Dijk” racconta Ilaria Sanguineti nel video dedicato alla Vuelta pubblicato dal canale ufficiale dell’UCI “ho provato di fare il mio meglio e avere vinto la maglia della classifica a punti mi rende molto felice”.

E davvero ha fatto tutto il possibile, Ilaria Sanguineti. Dopo aver sprintato nei traguardi volanti e aver accumulato il numero di punti sufficienti per aggiudicarsi la maglia della classifica a punti della Vuelta, la ventiquattrenne di Ventimiglia (IM) ha impostato la volata finale piazzandosi a ruota della favorita Bronzini. Una scelta tatticamente perfetta, poi però ha dovuto arrendersi ad atlete oggettivamente più veloci di lei.
Una stagione vissuta in crescendo per la ligure che ha preso convinzione e forza nella seconda metà di stagione. Dopo il piazzamento in una gara World Tour come il Giro Rosa quando è entrata nelle dieci in una volata, Ilaria ha inanellato una serie di prestazioni di valore prima correndo in appoggio di Elisa Balsamo (eccezionale fu il lavoro svolto alla Prudential Ride London Classique), poi ritagliandosi lo spazio in prima persona al Boels Ladies Tour e infine consacrandosi davanti alle telecamere di tutto il mondo collegate per il finale della Vuelta maschile.

Un successo mediatico e sportivo che ricolloca Ilaria Sanguineti là dove merita di stare e che spinge la Valcar-PBM di Davide Arzeni ancora di più al centro dell’attenzione dei giornalisti sportivi di tutto il mondo, anche perché le blu fucsia sono state capaci di conquistare un sesto posto nella crono a squadre della Vuelta ad una settimana dalla cronometro a squadre mondiale che si disputerà a Innsbruck domenica prossima.
Infine è da elogiare nella categoria junior diretta da Matteo Filipponi l’eccellente prestazione di Gloria Scarsi che continua a confermare di essere la velocista classe 2000 più forte d’Italia andando a vincere con autorità anche la gara di Racconigi dopo il successo ottenuto nella gara di casa a Bottanuco.